Benvenuto su www.trattamentoacustico.it, il primo forum italiano di consulenza acustica gratuita.

In questo forum puoi postare liberamente le tue domande che riguardino l'isolamento acustico, il trattamento e la correzione acustica delgi ambienti dedicati alla musica come sale prova, studi di registrazione, project studio, ma anche ambienti domestici come home theater, home cinema e locali pubblici, bar, ristoranti, scuole, palestre ecc. Potrai chiedere informazioni su tutti i prodotti per l'acustica in vendita sul nostro online shop www.masacoustics.it.

Per postare una domanda devi essere registrato.

Accedi con i tuoi dati o Clicca qui per registrarti !

Cerca nel Forum

Problemi con la registrazione e il login ?

E' possibile che i filtri antispam blocchino la mail di attivazione ! In caso di problemi vi invitiamo a inviare una segnalazione a questa mail info@masacoustics.it .

  1. Filippo
  2. Trattamento acustico Hi-fi/Home Theater/Home Cinema
  3. Domenica, 29 Giugno 2014
  4.  Iscriviti via mail
Salve!
Queste le misure della mia stanza:
un lato lungo è di 530 mentre l'altro è di 500
lato corto da una parte 350 dall'altra 340
altezza 300

il pavimento è in parquet.

I muri sono completamente spogli e battendo le mani si sente un fastidiosissimo flutter echo;
Anche parlando ad alta voce "rimbomba" (non so se è il termine appropriato) tutto.
La stanza tra un paio di mesi si presenterà così (allegato)
alle finestre ci sono tendaggi leggeri


(ci saranno anche due comodini in legno ai lati del divano)

Vorrei trattare la stanza per eliminare quel fastidioso flutter echo (battendo le mani si sente un riverbero metallico anche abbastanza duraturo, credo che sbattendole forti sia un eco di un secondo o più) e "rimbombo" sul parlato ed allo stesso tempo fare un trattamento davvero minimo.

In questo momento il budget è piuttosto limitato e mi chiedevo se con 2 pacchi di studiofoam da 5cm potrei risolvere,
oppure pensando anche al futuro fare un mix tra quelli da 5cm e quelli da 10, vista l'impossibilità di mettere tube traps nell'angolo dove c'è la porta e sopra l'armadio (a meno che non messi in orizzontale)

oppure potrei inserire qualche lenrd nell'angolo tra parete anteriore e soffitto??

In futuro si aggiungerà un diffusore centrale sotto la tv, un subwoofer e due canali surround sulla parete dietro al divano.

Intenderei trattare il minimo indispensabile e mantenermi aperta la strada per un trattamento più completo quando la catena audio sarà completa.

Non ho problemi a inserire pannelli sulle ante dell'armadio, comunque vorrei coprire tutti i pannelli che stanno nella parete dietro ai diffusori con dei teli nautici antivento sui quali farei stampare delle immagini a mio piacimento (oppure classico materiale fonotrasparente se possibile stampare su questo tipo di supporto), stessa cosa vale per quelli da posizionare sulle ante dell'armadio ed eventualmente tra le due finestre.

lascerei i pannelli nudi e crudi eventualmente soltanto dietro al divano e sul soffitto.

mi sta venendo la nausea da scervellamento quindi aspetto vostri consigli !
Allegati
Vota questo post:
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
Nel frattempo ho provato a buttare giu qualche ipotesi che allego (ho allegato al messaggio precedente)

in blu fonoassorbenti, in bianco (dietro divano) diffusori

la porta finestra da terra fino a 70-75 cm da terra è legno, forse potrei inserire qualcosa anche lì

le ante dell'armadio invece sono larghe circa 40cm quindi taglierei i pannelli per farceli stare

ho buttato giù qualcosa di troppo assorbente sulla parte frontale?

io piazzerei anche qualche lenrd all'angolo con il soffitto... se non fosse controproducente

poi nel soffitto sui punti di prima riflessione metterei 2 fonoassorbenti e sopra la testa pensavo ad un altro paio di diffusori.

però questa è solo una mia idea e non vorrei esagerare ma fare un acquisto ed un posizionamento mirato e che mi appaghi le orecchie!!! sono quì x questo in effetti...

inoltre... vorrei fare un po per volta se possibile, magari partire con una scaletta del tipo
- adesso che ci sono soltanto 2 diffusori e ci sono problemi di flutter echo l'indispensabile e cioè questo
- più avanti quell'altro
- quando si avrà un 5.1 completo ancora questo

o qualcosa di simile...

ma non vorrei mettere troppa carne al fuoco, percui mi fermo con la tastiera!!!
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
Ciao Filippo ! Mi scuso per il ritardo con cui ti rispondo ma abbiamo avuto una lunga coda di consulenza da preparare.

Il flutter echo lo puoi risolvere tranquillamente con i Studiofoam Wedges 5cm direi che 2 pacchi vanno benissimo !

Abbiamo un totale delle superfici trattabili di circa 70 m² , mettere 24 pannelli Studiofoam Wedges 5cm realizza una copertura di circa il 12%

é un po bassa ma dovrebbe essere sufficiente per ridurre quasi del tutto il flutter .
Quando si parla di flutter echo o eco fluttuante dobbiamo ricordare che si tratta sempre di un problema localizzato, per capire la superficie "colpevole" può bastare un tappeto o dei cuscini…in questo modo sapremo meglio dove mettere i pannelli..

Nel tu caso per esempio uno dei principali sospetti potrebbe essere il soffitto ( che si interfaccia in modo parallelo sul pavimento riflettente ) e/ o la parete anteriore.

Tieni anche conto che per risolvere il problema del flutter basta anche trattare una sola delle due pareti che lo generano.


Mi parli però anche di rimbombo , questo vuol dire che abbiamo un persistenza delle basse frequenze e sicuramente utilizzare delle Bass traps come le Bass Traps LENRD può sicuramente aiutarti ad asciugare il riverbero a bassa frequenza ( che noi percepiamo appunto come "rimbombo" )

Anche se gli angoli non sono retti puoi mettere le bass traps anche negli angoli tra parete e soffitto ( parete davanti e dietro ) ma anche nell'angolo a squadra vicino all'armadio.

Credo che i fonoassorbenti da 10 cm come i Studiofoam Wedges 10cm siano sicuramente indicati ( magari per essere integrati con Studiofoam Wedges 10cm ) ma non sono sufficienti per risolvere i problemi a basse frequenze ( può funzionare ma in sale più grandi )

Per quanto riguarda la copertura , i teli antivento non sono indicati perchè non lasciano passare l'aria , noi possiamo fornire la stoffa fonotrasparente CAMIRA Fingerprint ( quindi stampata su richiesta ) ma non nascondo che sia un po cara ( nel caso fammi sapere che ti mando i prezzi ) . Potresti trovare una via di mezzo trovando una stoffa stampabile che comunque sia , se non fonotrasparente, almeno traspirante ( basta soffiare attraverso la stoffa … più aria passa meglio è !!! )

Il progetto che hai fatto mi sembra ok , solo alcuni commenti :

in blu fonoassorbenti, in bianco (dietro divano) diffusori

I diffusori sono un po troppo vicini al punto di ascolto , io userei in questa posizione solo fonoassorbenti e concentrerei i diffusori tutti sul soffitto , eventualmente anche nei punti di prima riflessione del soffitto

[la porta finestra da terra fino a 70-75 cm da terra è legno, forse potrei inserire qualcosa anche lì
/quote]
Qua potresti integrare con una bela tenda, in questo modo aggiungi anche un po di copertura …

le ante dell'armadio invece sono larghe circa 40cm quindi taglierei i pannelli per farceli stare


Ok, puoi tagliare i pannelli ma puoi anche valutare i pannelli DST che sono 30x30 cm ( Studiofoam® DST-112 , Studiofoam® DST-114 , Kit Roominator D36-DST™ )

ho buttato giù qualcosa di troppo assorbente sulla parte frontale?

Insomma… il fatto è che è distribuita un po male… devi concentrarti di più al centro, anche se dietro la TV… in questa posizione sarebbe ideale mettere dei fonoassorbenti da 10 cm come i Studiofoam Wedges 10cm (6/8 pannelli)

Cerca piuttosto migliorare il trattamento dei punti di prima riflessione laterali ( considera che la riflessione si ha su una area piuttosto vasta, la similitudine con i raggi di luce è vera solo per alcune frequenze )

Ricordati sopratutto di trattare il soffitto , farei i punti di prima riflessione con i diffusori e altrove con qualche fonoassorbente sparso giusto per evitare il flutter echo.


Possiamo sicuramente prevedere un trattamento graduale, ma per questo dobbiamo avere in mente più o meno l'obiettivo finale.

Fammi sapere cosa ne pensi e ti posso preparare una proposta !!


A presto !


Giulio
Ing. Giulio Curà
MasAcoustics and Co.
http://www.masacoustics.it
Facebook
Linkedin
Instagram
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
PS: se riesci a modellare la sala con Sketchup ( freeware http://www.sketchup.com/intl/it/download/ ) possiamo collaborare meglio e fare un progetto "finale" e sono disponibili tutti i pannelli Auralex già modellati !!!


Ciao !

Giulio
Ing. Giulio Curà
MasAcoustics and Co.
http://www.masacoustics.it
Facebook
Linkedin
Instagram
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
Ok, come ti anticipavo nel primo post mi servono un paio di mesi.
Nel frattempo mi scarico sketchup.
Riguardo all'obiettivo finale ho un dubbio:
facendo un trattamento per questa configurazione stereo, quando in futuro entreranno in ambiente altri diffusori questi pannelli potrò mantenerli? dovrò spostarli e riorganizzarli? oppure sarà possibile semplicemente qualche aggiunta "spot" se ne sentissi il bisogno? cioè questo trattamento si integrerà con un futuro upgrade oppure cambiando le cose potrebbe essere possibile rivedere il tutto da cima a fondo?
sostanzialmente questo è il mio obiettivo: l'integrazione e la compatibilità di questo trattamento con il trattamento futuro.
Per il ritardo... ma quale ritardo?!?!?!
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
Ciao Filippo !!

Devi considerare che il CORE di ogni trattamento acustico per un ambiente di ascolto è il trattamento dei punti di prima riflessione

Quindi una volta che hai sistemato questi poi il resto è secondario ( si tratta poi di raggiungere il tempo di riverbero desiderato ed evitare anomalie acustiche come il flutter echo (o eco fluttuante).

I punti di prima riflessione li puoi trattare con fonoassorbenti o diffusori.

Chiaramente se vuoi fare un trattamento acustico essenziale andremo a trattare i punti di prima riflessione con dei fonoassorbenti perchè questi ci aiuteranno a contenere iil tempo di riverbero e asciugare un po la sala, ma in molti casi ( soprattutto in ambito HI-FI )si può anche prendere in considerazione di utilizzare dei diffusori ( come i Diffusori acustici 3D T'Fusors o MetroFusor Diffusor )

Quindi possiamo in ogni caso cambiare e scambiare con il tempo i pannelli ma la cosa migliore sarebbe senza dubbio avere chiaro il nostro obiettivo e arrivarci nei passi necessari !

Rimango a tua disposizione per qualsiasi dubbio o domanda.

A presto !


Giulio
Ing. Giulio Curà
MasAcoustics and Co.
http://www.masacoustics.it
Facebook
Linkedin
Instagram
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora risposte per questo post.
Tuttavia, non ti è permesso rispondere a questo post.
Powered by EasyDiscuss for Joomla!
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy