Benvenuto su www.trattamentoacustico.it, il primo forum italiano di consulenza acustica gratuita.

In questo forum puoi postare liberamente le tue domande che riguardino l'isolamento acustico, il trattamento e la correzione acustica delgi ambienti dedicati alla musica come sale prova, studi di registrazione, project studio, ma anche ambienti domestici come home theater, home cinema e locali pubblici, bar, ristoranti, scuole, palestre ecc. Potrai chiedere informazioni su tutti i prodotti per l'acustica in vendita sul nostro online shop www.masacoustics.it.

Per postare una domanda devi essere registrato.

Accedi con i tuoi dati o Clicca qui per registrarti !

Cerca nel Forum

Problemi con la registrazione e il login ?

E' possibile che i filtri antispam blocchino la mail di attivazione ! In caso di problemi vi invitiamo a inviare una segnalazione a questa mail info@masacoustics.it .

  1. luigi
  2. Isolamento acustico abitazioni
  3. Domenica, 23 Settembre 2018
  4.  Iscriviti via mail
Buongiorno,
abito in una casa singola recintata con rete metallica e siepe di alloro alta circa tre mt.
La recinzione lato Sud (lunga venti mt) dista dall'abitazione circa sette metri. Ad altrettanti metri da questa recinzione il mio vicino ha una piscina ove d'estate si riunisce con gli amici per ascoltrare la musica, fare tuffi e chiacchierare. Spesso disturbano. Per non sentire più i loro rumori ho pensato di erigere lungo quel lato (Sud) una barriera protettiva e chiedo a voi consiglio su come realizzarla
Pensavo di erigere, ad esempio, un muro in bimattoni alto tre mt , oppure una barriera per l'isolamento acustico.
Chiedo :
1° per entrambe necessita il permesso del Comune?
2° per la barriera per l'isolamento acustico che tipo di soluzione mi consigliate? E quanto potrebbe costare, considerando che essendo all'esterno deve resistere alle intemperie e soprattutto all'azione del vento? Quest'ultima può essere installata con il metodo fai-da-te?
Grazie per l'attenzione.
Vota questo post:
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
Ciao Luigi , grazie per aver utilizzato il nostro forum di consulenza acustica !

Per realizzare una barriera acustica dobbiamo considerare molti fattori .. eccone alcuni :

L’altezza della barriera è fondamentale !! Quindi per avere un certo effetto serve una barriera di almeno 250/300 cm

In questi casi ci isoliamo sopratutto con la massa… l’obiettivo primari è respingere il suono. Quindi anche un muro di mattoni andrebbe benissimo. Il problema è che non credo che si possa fare alto più di tanto .

Dalla parte della sorgente … quindi da parte del vicino dovrebbe essere rivolto un lato fonoassorbente per evitare che le riflessioni ritornino indietro verso casa tua . In alcuni casi possiamo fare una muratura “irregolare” in modo che le riflessioni non siano assorbite ma “sparpagliate” ( scattered )

La punta della barriera dovrebbe essere inclinata verso il tuo vicino oppure dovrebbe avere un “top” fonoassorbente per evitare la diffrazione dei rumori.

Per tirare le somme… potremo fare la barriera anche in muratura , ma probabilmente ci sono dei vincoli a livello urbanistico.

Una soluzione più leggera forse sarebbe più praticabile.

Di solito consiglio o pannelli fonoassorbenti di tipo autostradale ( con un lato fonoassorbente microforato) oppure una soluzione artigianale con pannelli di legno e Stratocell Whisper UV 

Ecco alcuni link a discussioni simili dove trovi ulteriori dettagli !!

https://trattamentoacustico.it/come-costruire-una-barriera-acustica-esterna-per-giardino
https://trattamentoacustico.it/rumore-riflesso-da-lavaggio-auto
https://trattamentoacustico.it/come-creare-una-barriera-acustica-tra-abitazione-e-fabbrica-confinante
Ing. Giulio Curà
MasAcoustics and Co.
http://www.masacoustics.it
Facebook
Linkedin
Instagram
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
Volevo puntualizzare un'altra cosa che forse non è emersa a sufficienza !!!

In campo esterno siamo in una situazione diversa rispetto all isolamento acustico di una stanza o di una casa.

In questo caso non possiamo creare un "contenitore" stagno... quindi non è tanto importante che la eventuale parete sia doppia o isolante più di tanto ... una normale parete da 20 cm di mattoni o anche pietra è più che sufficiente per le frequenze medie e alte .In ogni caso le frequenze più basse passeranno perchè la loro lunghezza d'onda ( grande ) permette di scavalcare senza problemi ostacoli anche molto grandi !
Ing. Giulio Curà
MasAcoustics and Co.
http://www.masacoustics.it
Facebook
Linkedin
Instagram
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
Vi ringrazio per i suggerimenti che mi avete dato. Non avevo pensato alla barriera in legno perchè convinto che questo materiale non fosse idoneo per ostacolare il suono. Per cui (non si è mai finito di imparare) potrei dire, correggetemi se sbaglio, che tutti i materiali che non conducono il calore o l'elettricità non "conducono" cioè ostacolano anche il suono. E' così? Resta comunque il problema delle basse frequenze (anche questo l'ho imparato qui) che sono difficili da contenere.Se fissassi delle onduline in vetroresina (quelle che si usano per la copertura delle tettoie) sporgenti mezzo metro dalla sommità del pannello in legno alto 2mt, potrei riuscire a contenerle (le basse frequenze)? Se sì, ne uscirebbe una struttura molto spartana, molto economica e anche molto fai-da-te. Grazie ancora.
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
Ciao Luigi !

Per cui (non si è mai finito di imparare) potrei dire, correggetemi se sbaglio, che tutti i materiali che non conducono il calore o l'elettricità non "conducono" cioè ostacolano anche il suono.


Non è proprio cosi ...Calore ed elettricità coinvolgono essenzialmente elettroni .. il suono invece è una vibrazione della materia macroscopica.

Immagina di dovere costruire un molo di un porto che deve resistere alle onde del mare... di cosa ti devi preoccupare ? che sia PESANTE abbastanza per resistere alle onde del mare ( il suono ) ma anche alle eventuali correnti ( vento .... )

L'analogia è semplicistica solo in apparenza ... di fatto è proprio cosi !!!

Ti serve una barriera che abbia un massa tale da respingere il fronte d'onda sonoro. Questa barriera deve essere anche in grado di non vibrare a sua volta per non trasmettere parte dell'onda sonora incidente.

Resta comunque il problema delle basse frequenze (anche questo l'ho imparato qui) che sono difficili da contenere.Se fissassi delle onduline in vetroresina (quelle che si usano per la copertura delle tettoie) sporgenti mezzo metro dalla sommità del pannello in legno alto 2mt, potrei riuscire a contenerle (le basse frequenze)? Se sì, ne uscirebbe una struttura molto spartana, molto economica e anche molto fai-da-te. Grazie ancora.


No .. lo spessore è irrisorio .. per un'onda con una lunghezza d'onda di circa 10 metri ( 30 Hz più o meno .. ) la vetroresina è assolutamente inesistente per massa e spessore...

Sarebbe come voler fermare uno tsunami con una cordicella !!!!

Immagina che abbiamo un onda che ci arriva che ha una larghezza di dieci metri o più ? Quanto dovrebbe essere il nostro molo ( barriera acustica ) per tentare di arginarla ? ;)
Ing. Giulio Curà
MasAcoustics and Co.
http://www.masacoustics.it
Facebook
Linkedin
Instagram
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
Molto esaustivo. Grazie, non si finisce mai di imparate. A volte uno (l'ignorante) si fà delle idee convinto siano le più originali ed invece risultano essere delle colossali fesserie.
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
In acustica non si finisce veramente mai di imparare ;) ;) ;)


A presto !


Giulio
Ing. Giulio Curà
MasAcoustics and Co.
http://www.masacoustics.it
Facebook
Linkedin
Instagram
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora risposte per questo post.
Tuttavia, non ti è permesso rispondere a questo post.
Powered by EasyDiscuss for Joomla!
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy