Benvenuto su www.trattamentoacustico.it, il primo forum italiano di consulenza acustica gratuita.

In questo forum puoi postare liberamente le tue domande che riguardino l'isolamento acustico, il trattamento e la correzione acustica delgi ambienti dedicati alla musica come sale prova, studi di registrazione, project studio, ma anche ambienti domestici come home theater, home cinema e locali pubblici, bar, ristoranti, scuole, palestre ecc. Potrai chiedere informazioni su tutti i prodotti per l'acustica in vendita sul nostro online shop www.masacoustics.it.

Per postare una domanda devi essere registrato.

Accedi con i tuoi dati o Clicca qui per registrarti !

Cerca nel Forum

Problemi con la registrazione e il login ?

E' possibile che i filtri antispam blocchino la mail di attivazione ! In caso di problemi vi invitiamo a inviare una segnalazione a questa mail info@masacoustics.it .

  1. Red2014
  2. Isolamento Acustico
  3. Venerdì, 30 Maggio 2014
  4.  Iscriviti via mail
Salute a tutti, sto realizzando una abitazione in bio edilizia, il soggiorno ha dimensioni pari a 505 cm per le pareti frontale e tergale, 470 cm per le pareti laterali, la stanza ha un doppio volume quindi un altezza minima nella parete frontale di 330 cm e 470 cm in quella posteriore. La prete frontale ha una finestra di 190x100 cm alta da terra 130 sotto la quale saranno posizionate le elettroniche ed il centrale, ai lati ci saranno i frontali e per finire i due subwoofer uno all'estrema sinistra in angolo e l'altro ad 150 cm dalla parete destra, spazio necessario alla porta d'ingrasso principale, la parete posteriore ha una porta interna perfettamente frontale alla precedente, la parete sinistra a ridosso con la posteriore ha una finestra di 60x140, la parete di destra una porta interna circa a metà parete. La struttura delle pareti è in legno di 14 cm coibentata con 8 cm di fibra di legno, tamponata da due lastre di OSB, la parete dove si attesta l'home teatre, parete frontale, ha un intercapedine di 5 cm tecnica tamponata con lastra di cartongesso knauf diamant, la parete sinistra ha la stessa stratigrafia, la parete di destra invece non ha l'intercapedine tecnica ma la lastra diamant direttamente applicata sull'OSB, la parete posteriore ha un intercapedine di 10 cm in quanto ospita i canali surround ad incasso, il soffitto inclinato è un tavolato di legno con travetti a vista, l'impianto è composto da elettroniche Onkio e casse Dali configurato come 7.2. Il mio timore è che a lavoro finito l'acustica sia disturbata da echi dovuti all'altezza e risonanze delle contro pareti tecniche, mi chiedevo se non era il caso in fase di realizzazione di applicare del materiale fonoassorbente all'interno delle intercapedini e di quale tipologia, per motivi di salute devo se necessario inglobare tutto dentro le pareti senza lasciare niente a vista. Qualcuno sa dirmi se il mio timore può essere fondato? Rimango a disposizione per fornire ulteriori particolari nella speranza di sciogliere questo nodo. Distinti saluti Red
Vota questo post:
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
Ciao Red !!

Della descrizione che mi hai fatto della tua sala dovremmo avere una situazione del genere ( ho solo un dubbio sul tetto… non so se è a doppia altezza o in pendenza !!! )

http://www.trattamentoacustico.it/immagini_forum/skitched-20140531-131714.jpg

Prima di rispondere ala tua domanda però vorrei dire due parlo e sull'utilizzo del doppio sub…

vere un sistema a sub multiplo è una grossa fortuna !! Due ( o quattro o più sub ) che eccitano la sala in modo simmetrico riescono a controbilanciare molto bene i disturbi modali… ci sono varie opzioni di posizionamento anche a seconda dell utilizzo ( HI-FI/HT/LFE…) ma in ognic caso la posizione dei sub deve essere SIMMETRICA !!!!! Solo così potrai sfruttare al meglio i vantaggi di avere un sistema con doppio sub !!

OPZIONE 1

http://www.trattamentoacustico.it/immagini_forum/posizionamento%20dobbio%20sub%20home%20theater.jpg

OPZIONE 2

http://www.trattamentoacustico.it/immagini_forum/posizionamento%20dobbio%20sub%20home%20theater%202.jpg

OPZIONE 3

http://www.trattamentoacustico.it/immagini_forum/posizionameont%20subwoofer%20home%20theater%20.jpg

L'opzione 1 di solito è la migliore perchè permette un eccitazione simmetrica dei modi assiali della lunghezza che di solito sono i più perniciosi !

L'opzione 2 potrebbe essere presa in considerazione perchè non avendo una altezza simmetrica , recuperammo maggiori simmetria rispetto alla opzione 1

L'opzione 3 è la più vicina alla situazione attuale… dovremo però recuperare la simmetria del SUB di sinistra portandolo alla stessa distanza rispetto alla parete laterale.

Maggiori dettagli a questo link http://www.audioholics.com/subwoofer-setup/subwoofer-placement-the-place-for-bass-part-1

Passiamo alla tua richiesta principale !!!

Questo è un tema caro a molti audiofili….

Sicuramente devi evitare le intercapedini vuote… risuonano !!!!! Questa "risonanza " si manifesta con due principali effetti :

- Risonanza macroscopica.. quindi le parei vibrano sensibilmente ( frizzano…) ad una certa frequenza

- Risonanza microscopica, quindi le pareti entrano in un impercettibile vibrazione ad una frequenza ( appunto la frequenza di risonanza ) assorbimento e non riflettendo questa frequenza.

Una lastra di materiale rigido ( cartongesso in questo caso ) con un intercapedine vuota o riempita in lana di roccia crea una struttura risonante , quindi una struttura con un assorbimento selettivo delle frequenze …

per non perderci in tecnicismi e teorie vediamo cosa succede nella pratica .

SITUAZIONE 1 ( quindi come tu mi hai prospettato )

Se non metti nessun fonoassorbente la risonanza sara molto pronunciata e "stretta " in questo caso posiamo avere anche una risonanza macroscopica… cioè può capitare che la risonanza sia così forte che metta in vibrazione macroscopica il cartongesso

SITUAZIONE 2

Se tu metti in intercapedine un fonoassorbente ( fibra di canapa, lana di roccia , fibra di poliestere … con alta massa.. direi 60/70 kg/m³ ) questo contribuisce ad allargare la companatura della risonanza ( vedi immagine sotto )

http://www.trattamentoacustico.it/immagini_forum/campanatura%20parete%20risonante.jpg

Quindi in questo caso risolviamo il problema delle risonanze macroscopiche, la risonanza si abbassa e viene "spalmata" su un maggiore range di frequenze. Rimane un certo grado di risonanza (microscopica), quindi la situazione è molto migliore ma la parete continua a influenzare e "sporcare" il responso della sala, perchè una parete di questo tipo riflette di meno le frequenze vicine alla frequenza di risonanza ( f(o) nella immagine ) rispetto alle altre

Il nostro obiettivo quindi è quello di spostare la frequenza di risonanza f(o) così in basso che non ci possa dare fastidio.

Per fare questo dobbiamo aggiungere MASSA !!!….

SITUAZIONE 3

Se volgiamo risolvere il problema al meglio quindi dobbiamo :

- inserire un fonoassorbente in intercapedine
- aumentare la massa superficiale della controparete

Aumentando la massa della parete infatti la nostra frequenza di risonanza viene abbassata… idealmente noi dovremo aggiungere massa fino a spostare la frequenza di risonanza sotto i 20 hz.

Per questo ti consiglierei di utilizzare :

- un doppio strato cartongesso
- se il budget lo consente inserire una Barriera acustica SheetBlok Plus che diminuisce la risonanza del cartongesso e contribuisce a spostare la frequenza di risonanza in una banda periferica e innocua !


Queste indicazioni riguardano solo le risonanze a bassa frequenza delle pareti, rimane il discoro del trattamento acustico con fonoassorbenti, Bass traps , pannelli diffusori …. ma questo è un altro tipo di intervento…. nel caso siamo disponibili per farti un alcune proposte di trattamento . Se vuoi realizzare tutto a scomparsa è possibile… ( vedi immagini sotto )

http://www.auralexelite.com/images/th1hi.jpg

http://www.auralexelite.com/images/th0hi.jpg

Ma ti avverto che è un intervento piuttosto impegnativo !!!!!


In alternativa è possibile realizzare un trattamento acustico a pannelli con ottimi risultati acustici e estetici !!!


Rimango a tua disposizione per qualsiasi dubbio o domanda.
Ing. Giulio Curà
MasAcoustics and Co.
http://www.masacoustics.it
Facebook
Linkedin
Instagram
  1. più di un mese fa
  2. Isolamento Acustico
  3. # 1
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
Buongiorno, dalle molteplici simulazioni mi rendo conto di non essere stato esauriente nella spiegazione della situazione architettonica e dislocativa dell'impianto, in settimana cerco di disegnare la situazione ed inviarla in allegato ... Poi riprendiamo il discorso nei dettagli. Per il momento grazie, a presto ...
  1. più di un mese fa
  2. Isolamento Acustico
  3. # 2
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
Ciao Red, ok, mandami delle foto ed una pianta !!!

In ogni caso le considerazioni che abbiamo fatto rimangono valide !!!

A presto !


Giulio
Ing. Giulio Curà
MasAcoustics and Co.
http://www.masacoustics.it
Facebook
Linkedin
Instagram
  1. più di un mese fa
  2. Isolamento Acustico
  3. # 3
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
ciao, ho disegnato la pianta con la disposizione dell'impianto, a colpo d'occhio salta evidente che gli altoparlanti non sono simmetrici alla stanza, spero che tale svantaggio possa essere colmato dal settaggio dell'elettronica.
La stanza non ha pretese di essere una sala d'ascolto professionale ma un buon compromesso fra l'abitare la zona soggiorno/ingresso e l'ascoltare con sufficiente coinvolgimento l'impianto home teatre e hi-fi, premetto che non sono uno smanettone incontrollato del volume ma che mi piace sentire la musica anche con il corpo, quindi potrà capitare che il volume sia sopra alla media.
Non ho interesse a rendere la stanza insonorizzata in quanto la casa è una abitazione isolata e può creare ben poco disturbo.
La mia preoccupazione si concentra sulla conformazione delle pareti interne con un anima strutturale in legno riempita di fibra di legno alla quale lasciando un intercapedine di 5 cm di aria per il passaggio degli impianti viene applicata una lastra di cartongesso knauf diamant di finitura esterna, la lastra knauf ha caratteristiche fisiche rispetto al classico cartongesso decisamente superiori, ma non vorrei trovarmi a lavoro finito a dover sentire vibrazioni sconvenienti della parete che possano sporcare il suono ed il confort della stanza.
Spero di aver fornito tutti i dati necessari con sufficiente chiarezza.
Salute
Allegati
  1. più di un mese fa
  2. Isolamento Acustico
  3. # 4
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
Ciao Red !!

Ho visto la pianta della sala, sicuramente potremo lavorare sul trattamento acustico e sul posizionamento dell'impianto e del punto di ascolto ma per adesso limitiamoci al discorso delle intercapedini ….

In questo caso ti confermo questo detto sopra …

La lastra diamond ha sicuramente delle prestazioni superiori al normale cartongesso ma in ogni caso risuona… se non inseriamo del fonoassorbente ( come lana di roccia , fibra di canapa, o fibra di poliestere ) la risonanza sarà molto molto accentuata !!

Un ulteriore accorgimento è quello di raddoppiare il cartongesso, questo riduce drasticamente la risonanza e sposta la frequenze di risonanza verso il basso…

In generale lasciare delle intercapedini senza fonoassorbente è sempre una pratica sconveniente e da evitare assolutamente !!
Ing. Giulio Curà
MasAcoustics and Co.
http://www.masacoustics.it
Facebook
Linkedin
Instagram
  1. più di un mese fa
  2. Isolamento Acustico
  3. # 5
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora risposte per questo post.
Tuttavia, non ti è permesso rispondere a questo post.
Powered by EasyDiscuss for Joomla!
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy