Benvenuto su www.trattamentoacustico.it, il primo forum italiano di consulenza acustica gratuita.

In questo forum puoi postare liberamente le tue domande che riguardino l'isolamento acustico, il trattamento e la correzione acustica delgi ambienti dedicati alla musica come sale prova, studi di registrazione, project studio, ma anche ambienti domestici come home theater, home cinema e locali pubblici, bar, ristoranti, scuole, palestre ecc. Potrai chiedere informazioni su tutti i prodotti per l'acustica in vendita sul nostro online shop www.masacoustics.it.

Per postare una domanda devi essere registrato.

Accedi con i tuoi dati o Clicca qui per registrarti !

Cerca nel Forum

Problemi con la registrazione e il login ?

E' possibile che i filtri antispam blocchino la mail di attivazione ! In caso di problemi vi invitiamo a inviare una segnalazione a questa mail info@masacoustics.it .

  1. Giorgio Riolo
  2. Isolamento Acustico
  3. Giovedì, 11 Gennaio 2018
  4.  Iscriviti via mail
Salve con molta probabilità prenderò in affitto una stanza.

Vi scrivo per un vostro parere sulla divisione di questa stanza per poterne ricavare un vocal booth acusticamente isolato nel quale registrare esclusivamente dialoghi, cantati o foley (rumoristica camminate/giubbotti).

Che dimensioni mi consigliereste per il vocal booth? da che parte della stanza andrebbe messo?
Nel caso in cui ci sia una porta con un minimo di vetro potrei evitare la visiva?
Qual'è l'ordine di grandezza per progetto, materiali, costruzione e messa in posa?

L'altezza della stanza è 2.99, di seguito misure orientative.

https://www.dropbox.com/s/t00a9exuwx8r4ul/Ufficio.png?dl=0

Grazie mille per eventuali risposte e per questo splendido forum pieno di post con spunti interessantissimi.
Vota questo post:
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
Ciao Giorgio

Ho letto il post del sax a cui mi hai rimandato, suppongo che anche in questo caso il tetto si sorregge sulle pareti stesse del box vero?


Anche in questo caso le opzioni sono molteplici, direi che realizzare una struttura autoportante ( quindi con il soffitto appoggiato alle pareti ) è la soluzione migliore perchè ti garantisce il massimo isolamento verso l'alto e hai comunque altezza sufficiente per farlo senza rendere la cabina troppo bassa .

Nel box cosa inseriresti, porta isolante + visiva a parte o una singola porta con una parte trasparente per unificare le cose evitando visiva?


Direi una porta vetri , questo ti permette di risparmiare... potresti pensare ad un doppi porta vetri... in questo caso anche due porte da 36 dB possono essere adeguate !!!

In ogni caso, in attesa di imparare ad utilizzare cacciavite e martello, è possibile avere una mail per chiedere un preventivo "chiavi in mano" in casa MAS?
Fate solo progettazione o anche messa in opera? Lavorate anche a Milano?


Nessun problema, abbiamo a Milano un montatore molto bravo, che nel caso può venire a fare un sopralluogo fare un preventivo contattami alla mail che trovi su http://www.masacoustics.it e ti mando i suoi contatti !!

A presto !


Giulio
Ing. Giulio Curà
MasAcoustics and Co.
http://www.masacoustics.it
Facebook
Linkedin
Instagram
  1. più di un mese fa
  2. Isolamento Acustico
  3. # 1
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
Bene Giulio, ti ringrazio tantissimo, direi che entrambi conosciamo i limiti della struttura ma adesso stando in affitto è il minimo che possa permettermi.
Ho letto il post del sax a cui mi hai rimandato, suppongo che anche in questo caso il tetto si sorregge sulle pareti stesse del box vero?
Nel box cosa inseriresti, porta isolante + visiva a parte o una singola porta con una parte trasparente per unificare le cose evitando visiva?
In ogni caso, in attesa di imparare ad utilizzare cacciavite e martello, è possibile avere una mail per chiedere un preventivo "chiavi in mano" in casa MAS?
Fate solo progettazione o anche messa in opera? Lavorate anche a Milano?
Buona giornata.
  1. più di un mese fa
  2. Isolamento Acustico
  3. # 2
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
Ciao Giorgio , ok tutto chiaro . Ovviamente dovremo scendere a compromessi e valutare bene gli obiettivi , in ogni caso l’importante è fare delle scelte consapevoli conoscendo bene i pro e i contro delle varie opzioni .

Quindi valutiamo l’opzione BOX.

Se vogliamo una struttura smontabile l’idea è quella di realizzarla con pannelli di legno.

Per quello che mi indichi direi che anche una struttura a strato singolo come questa potrebbe essere adeguata :

http://www.trattamentoacustico.it/immagini_forum/Sezione%20Box%20cabina%20isolante%2001.png

http://www.trattamentoacustico.it/immagini_forum/Sezione%20Box%20cabina%20isolante%2002.png


http://www.trattamentoacustico.it/immagini_forum/Sezione%20Box%20cabina%20isolante%2003.png

( sostituiamo Barriera Sonora SheetBlok™  con Barriera acustica FlatBarrier 10A  )

Uboats

Lana di Roccia 5cm - 70Kg/mc o Fonoassorbente Isolmix o fibra di poliestere

Per maggiori dettagli la rimando a questo articolo :

http://www.trattamentoacustico.it/progettazione-di-box-insonorizzato-adatto-a-sassofoni

Per quanto riguarda la pianta potresti pensare ad un disegno pentagonale o rettangolare… se vuoi un costo molto indicativo considera circa 50/70 € m² per m² esempio …

http://www.trattamentoacustico.it/immagini-forum2/http___www.trattamentoacustico.it_immagini-forum2_Ufficio_preview.png.jpg

Sarebbe meglio mettere il box lontano dalla parete esterna … ma dalla parte opposta hai il calorifero ( nel caso lo puoi spostare ? ) e a destra della porta di ingresso hai poco spazio .

Fammi sapere cosa ne pensi !


A presto !


Giulio
Ing. Giulio Curà
MasAcoustics and Co.
http://www.masacoustics.it
Facebook
Linkedin
Instagram
  1. più di un mese fa
  2. Isolamento Acustico
  3. # 3
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
Ciao Giulio, grazie mi ritrovo un po' su tutto quello che hai scritto (dal canto tuo incontestabile) e mi sono accorto leggendoti che nella mia richiesta ero andato dritto al sodo senza magari darti un numero adeguato di informazioni.

Nella mia modesta decennare esperienza di fonico di postproduzione audio (specialmente per tv) ho bene in mente le criticità, il suono relativo alle varie dimensioni delle stanze in relazione alla funzione che devono svolgere. A questo aggiungo che facendo i conti con il mercato, i budget e la realtà in cui vivono per adesso le sale ho trovato di tutto. Da sale costruite per la discografia che hanno "ripiegato" su doppiaggio e voice over a, nel caso, studi di post con tante sale il cui core business non è il doppiaggio che relegano per quello l'ultima saletta del corridoio col booth minuscolo sperando nella vecchia favola del poi nell'edit si sistema tutto. Cosa che poi solitamente non fanno, alcuni per troppa prossimità alla deadline altri perchè questo tempo ovviamente non è messo a preventivo.

Tolto la scenario sopra descritto vengo alla mia situazione attuale che mi vede libero professionista che affitta studi di registrazione acusticamente costruiti bene e scelti a seconda delle esigenze. Questo modus operandi continuerò a portarlo avanti, quindi in estrema sintesi la saletta ripresa o booth che ti chiedevo all'interno della stanza la adopererei per i due motivi principali:

1) Registrazione al volo di qualche sfx che il più delle volte sarà solo un layer di un suono più complesso o una sogente da processare in maniera creativa, o, se si tratta di foley sfx da usare solo come guida "segnaposto" per premontaggi puntate pilota per poi fare i definitivi in studio attrezzati con spazio ecc...

2) Un voice over

3) Avere la possibilità di accendere un microfono senza usare un library al volo senza beccare il rumore della ventola per computer e senza affittare uno studio e spostarmi fisicamente.

4) Non costringere un eventuale cliente seduto accanto a me a mettersi la cuffia nei momenti in cui si registra.

Per i primi 3 punti si può pensare ad un ambiente unico regia/ripresa per tutto il resto c'è Mastercad e l'isolamento acustico :)

Ulteriori dettagli:

Non ho un budget stanziato ma mi volevo fare un'idea dell'ordine di grandezza e capire se conviente imbattermi su questa cosa.

Le dimensioni che avevo in testa erano qualcosa del tipo 1,50 * 2,00 ma anche li è un'idea che naufraga nella mia testa senza aver chiaro quanto lo spessore delle pareti e l'isolamento richieda.

Il posto non è mio ma in affitto, proprio per questo inizialmente avevo pensato a qualcosa di modulare e smontabile anche se mi è sembrato di capire (e qui interpello un tuo eventuale parere contrario da esperto) hanno in ogni caso costi di smontaggio e una volta rimontati perdono la loro efficacia isolante (già in partenza più bassa a causa della modularità).

Grazie mille!
  1. più di un mese fa
  2. Isolamento Acustico
  3. # 4
Risposta accettata In attesa di moderazione
0
Voti
Annulla
Ciao Giorgio , grazie per i complimenti e per avere utilizzato il nostro forum !!!

Pubblico la pianta sotto

http://www.trattamentoacustico.it/immagini-forum2/Ufficio_preview.png


La domanda è interessante… facciamo alcune considerazioni .

Una stanza va considerata grande o piccola anche in considerazione della lunghezza d’onda delle frequenze che saranno ascoltate/registrate all’interno … Nel nostro caso quindi non abbiamo bisogno certo di una stanza grandissima perchè stiamo parlando di voci .. rumori ambientali ( non esplosioni o altro .. )

Per contro la tua attività e il materiale che vai a registrare prevede che la resa sia sopratutto REALISTICA…e questo è difficile da realizzare per un booth troppo piccolo ..


Se tu facessi SPEAKERAGGIO potrebbe andare bene anche una cabina del telefono … infatti di solito lo SPEAKER sfrutta l’effetto prossimità del microfono per ridurre l’ambiente ottenendo la classica voce gonfia e calda…

Il DOPPIAGGIO e i FOLEYS sono tutta altra cosa … il suono non deve sembrare “scatoloso” o “artefatto” ma NATURALE… e per questo a mio parere serve una stanza un po più grande ..

Molti clienti a questo punto fanno la seguente obiezione…

Ma poi trattiamo la stanza la rendiamo molto asciutta e sistemiamo tutto con l’editing e un bel riverbero a convoluzione che “ambienta” il rumore nel mio contesto


Vero .. questo si può fare .. e in molti casi è la cosa migliore che possiamo fare … ma non è certo la stessa cosa…

Quando noi mettiamo dei pannelli fonoassorbenti in un booth abbiamo (per definizione di booth ) problemi di spazio … quindi per forza lo spessore del trattamento acustico sarà limitato … essendo limitato lo spessore è limitata la efficacia in frequenza .. il risultato è che tutte le alte frequenze saranno assorbite mentre le basse e medio basse non saranno state assorbite..

Il risultato non è una stanza anocoica … ma una stanza con un responso sbilanciato … quindi poco REALISTICO ( nella pratica abbiamo una sensazione di “scatolosità” che è difficile poi levare con l’editing e anche se oggi ci sono plugin che fanno miracoli .. una buona ripresa è sempre la cosa migliore e ci fa risparmiare tempo e denaro !!! )


La stessa attività di ripresa dei foleys richiede spazio ( camminare , passi , oggetti che cadono , rimbalzano .. )

Quindi ti direi … cerchiamo di tenere la stanza più grande possibile , quindi non fare un box ma isolare la stanza nel complesso ..… ma qui entra in gioco in fattore molto semplice e brutale… il BUDGET !!!!

Ovviamente più grande sarà la sala da isolare più alti saranno i costi !!!!

Fammi sapere cosa ne pensi !


A presto !


Giulio
Ing. Giulio Curà
MasAcoustics and Co.
http://www.masacoustics.it
Facebook
Linkedin
Instagram
  1. più di un mese fa
  2. Isolamento Acustico
  3. # 5
  • Pagina :
  • 1


Non ci sono ancora risposte per questo post.
Tuttavia, non ti è permesso rispondere a questo post.
Powered by EasyDiscuss for Joomla!
Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy